È tempo di Castagne.. la confettura

È tempo di Castagne… la confettura

Ingredienti: 2 kg di castagne del tipo marroni, 1 kg di zucchero, un cucchiaino di vaniglia e un pizzico di sale. Tempo di preparazione e cottura 3 ore

Preparazione: lessare in acqua poco salata i marroni, sbucciare con cura, togliendo ogni pellicina, schiacciare e passarli al setaccio per ottenere un impasto fluido e morbido. Diluire lo zucchero in acqua e cuocere a fuoco lento mescolando con un mestolo di legno. Far sobbollire schiumando lo sciroppo. Quando si formano in superficie grosse bolle togliere dal fuoco e lasciare intiepidire. Versare nel tegame il passato di castagne e la vaniglia mescolando con cura. Rimettere il recipiente sul fuoco, mescolando piano piano, per almeno un’ora. Ultimata la cottura versare il composto ancora caldo in vasi di vetro a chiusura ermetica, tapparli e porli in acqua bollente, sterilizzandoli almeno per 10 minuti.

Per saperne di più…

Nel 1939 esisteva un decreto che distingueva le castagne dai marroni. La castagna è il frutto della pianta selvatica, non è molto grossa, è schiacciata da un lato, ha la buccia resistente, è di colore bruno scuro ed è molto saporita. Il marrone è quello della pianta coltivata e migliorata con successivi innesti. Il marrone è più grosso, il riccio racchiude 2/3 frutti al massimo, è a forma di cuore, ha la polpa dolce e ha la buccia striata di colore marrone chiaro.

Le Castagne possono essere consumate anche crude, ma sono più gradevoli al palato se bollite o preparate come caldarroste

Consigli…

Con la farina di castagne, le popolazioni montane, preparavano: il castagnaccio, la polenta, il pane.

Le castagne si conservano fresche per tuttoil periodo invernale se trattate in modo particolare: – tramite scuramento, appena raccolte vengono messe in acqua per 3 giorni, sgocciolate e messe ad asciugare al sole; – tramite ricciaro, ancora nel riccio vengono raccolte in grossi cumuli ricoperti da foglie e rami di castagno. Vengono fatte maturare sino a completa essiccazione del riccio